Cerca
  • Francesco Chimienti

Memoria e Magia nell'Arte Aniconica

Aggiornato il: 28 ott 2019

Nel lavoro di Chimienti "I segni, ritmo e spazio del tempo" si incontrano, grazie anche alle performance. "Il tema è il "miracolo" nel Tempio del Tempo" - spiega Chimienti - e l'entusiasmo, l'energia, come i miracoli e la magia erano molto più familiari nella stagione in cui gli uomini non avevano la pretesa di essere i padroni del mondo e dove la razionalità non era una verità assoluta, gli uomini vivevano come piccole parti di un grande insieme, che incuteva loro timore e che andava propiziato.


Da qui la scelta di opere impregnate di segni atavici, dedicate alla ritualità. Nelle sale da lui curate Chimienti - autore del manifesto dell'arte INFOFORMALE - espone i suoi menhir, stele ricoperte di oro che simboleggiano l'unione "divina" tra cielo e terra, le sue "donnae", le "sue bottiglie" nate per contenere colture e culture, opere uniche con l'oro e cristalli ad esaltare la luminosità degli elementi, le sue terre, dove il tempo è a sottolineare che polvere eravamo e polvere ritorneremo.


0 visualizzazioni
  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon

© 2019 MUSIWA created by Magda Legnaioli